ASPETTI LEGALI

 

In Italia assistiamo a una continua evoluzione delle norme e sentenze tra loro contrastanti, in merito alla coltivazione delle diverse varietà della canapa e alla distribuzione di alcuni dei suoi derivati. Riportiamo di seguito alcuni articoli, affinchè possano esservi utili per un approfondimento, invitandovi ad informarvi ulteriormente e a rispettare sempre le leggi in vigore.

 

Sarà nostra premura mantenere questa sezione il più possibile aggiornata.


Legge nr. 242 del 02/12/2016 

Disposizioni per la promozione della coltivazione e della filiera agroindustriale della canapa.

Leggi il testo completo


22.06.2018

Cannabis: Ministra Giulia Grillo, da Css conclusione forzata, no a divieti - Ansa.it

Quella del Consiglio superiore di Sanità (Css), che chiede di vietare la vendita della cannabis light, è "una conclusione un po' forte, visto che si tratta di un principio di precauzione e comunque di una quantità di sostanza attiva molto bassa". Il neoministro della Salute Giulia Grillo, intervistata da Stampa, getta acqua sul fuoco acceso "da un organo comunque consultivo, dato che poi le decisioni le prende il Governo".

Continua a leggere


22.06.2018

“Cannabis light”, il parere del Consiglio superiore di sanità - Salute.Gov.it

“Dato l’interesse generale, ai sensi dell’articolo 3.5.3 del Regolamento di funzionamento del Consiglio superiore di sanità, ritengo opportuna la pubblicazione del parere reso dal Consiglio superiore di sanità sulla c.d. “cannabis light”, in data 10 aprile 2018, ricordando che anche sui profili relativi alla liceità della vendita lo scorso 17 aprile il precedente Ministro ha chiesto un parere - ad oggi non ancora reso per i necessari approfondimenti istruttori - alla Avvocatura dello Stato e alle altre Amministrazioni competenti”. Così la Ministra della Salute Giulia Grillo in una nota alla stampa diffusa oggi ha annunciato la decisione di rendere pubblico il documento del CSS.

Continua a leggere


24.05.2018

Cannabis legale, le regole per coltivare la pianta senza autorizzazione - IlFattoQuotidiano.it

Nella circolare pubblicata dal Ministero per le politiche agricole vengono chiarite le regole di attuazione dalla legge 2 dicembre 2016 entrata in vigore il 14 gennaio 2017. La pianta, per essere coltivata liberamente, deve avere un tasso di thc inferiore allo 0.2%

Continua a leggere


08.05.2018

Cannabis Light: aspetti oscuri e questioni da chiarire - DolceVitaOnLine.it

Nonostante io consumi solo ed esclusivamente cannabis con un buon contenuto di THC, sono sempre stato a favore della cosiddetta “cannabis light”. In precedenza ho scritto articoli in merito ai motivi che spingono i consumatori a scegliere questo prodotto, e ai vantaggi che ha portato in termini di accettazione sociale. Ma ci sono degli aspetti oscuri, dettati proprio dal fatto che non esiste una normativa chiara che regolamenta la produzione e la vendita di infiorescenze; mentre sono chiari i divieti imposti dalla vigente legge sugli stupefacenti (D.P.R. 309/90).

Continua a leggere


20.02.2018

Gli aspetti giuridici della cannabis light - DolceVitaOnline.it

Il termine cannabis light mira ad individuare in modo semplificato e discorsivo quel tipo di cannabis che presenta un principio attivo inferiore al limite di 0,6%. Tale limite è stato introdotto, quale deroga del limite principale – pari allo 0,2% – dall’art. 4 co. 5 della L. 242/2016 che recita: «Qualora all’esito del controllo il contenuto complessivo di THC della coltivazione risulti superiore allo 0,2 per cento ed entro il limite dello 0,6 per cento, nessuna responsabilità è posta a carico dell’agricoltore che ha rispettato le prescrizioni di cui alla presente legge».

Continua a leggere


20.01.2018

Aggiornamento normative vigenti in Europa e in Italia - AssoCanapa.org

Elenco aggiornato delle normative attualmente in vigore, curato da AssoCanapa.

Consulta l'elenco


02.01.2018

Si può coltivare la canapa? - LaLeggePerTutti.it

Coltivare la canapa in Italia è possibile, purché non si superi la quantità di principio attivo stabilita dalla legge. La coltivazione di canapa, in Italia, non è vietata. Se molti pensano che lo sia, è per via di una cattiva interpretazione della legge sullo spaccio di stupefacenti. Nel nostro Paese, perciò, è possibile coltivare la canapa, seguendo determinate prescrizioni. Vediamo quali autorizzazioni occorrono per coltivare la canapa.

Continua a leggere


19.10.2017

Cannabis Light, un parere legale - EasyJoint.it

Domanda :  perché è legale Easyjoint? Risposta: Il prodotto Easyjoint può essere posto legalmente in commercio, in primo luogo, ove presenti un livello di delta9tetraidrocannabinolo (THC) inferiore a quello ritenuto psicoattivo e che la 242 del 2 dicembre 2016, all’art. 4 co. 5 ha fissato nella misura percentuale massima dello 0,6%. Invero, è previsto un limite pari allo 0,2%, ma è espressamente previsto che il superamento di tale soglia da parte del coltivatore (entro il limite dello 0,6%) non comporti conseguenze penali per tale soggetto.

Continua a leggere


29.08.2017

Le infiorescenze e la loro commercializzazione: le regole del mercato legale italiano - EasyJoint.it

Il testo di legge a sostegno della filiera della canapa (L. 242/16) ha avuto una vita parlamentare tribolata dal momento del suo deposito all’approvazione definitiva nel dicembre 2016. Oltre ai molti aspetti positivi introdotti in Italia, volti realmente a sostenere la nascente filiera produttiva e di trasformazione, ve ne fu uno che suscitò numerosi malumori: durante i lavori preparatori, l’articolo 2 della legge venne mutilato con la cancellazione del secondo comma, “la produzione di infiorescenze, fresche ed essiccate per scopo floreale o erboristico”.

Continua a leggere


24.07.2017

Cannabis light, polizia: “Legale? Sì, ma non fatevi illusioni, può essere sequestrata” - IlFattoQuotidiano.it

La cosiddetta Cannabis light? “Può essere sottoposta a sequestro”. A fare chiarezza è la Polizia scientifica, e più precisamente Anna Maria Caputo, direttore tecnico chimico della Polizia. “La  legge 242 del 2016  – spiega in un’intervista – non riguarda la legalizzazione della cannabis ma promuove la coltivazione della canapa industriale ed è rivolta solo agli agricoltori. La canapa legale fa riferimento a questa legge ma questa non è quella a cui fa riferimento la polizia quando deve analizzare sostanze stupefacenti”.

Guarda il video